A Trieste il Salone del libro dell’Adriatico orientale

LA BANCARELLA 

Si è svolta da giovedì 17 a martedì 22 ottobre nel palazzo del Tergesteo a Trieste l’edizione 2013 della Bancarella - Salone del libro dell’Adriatico orientale: sei intense giornate di presentazioni, conferenze, dibattiti, convegni, proiezioni e spettacoli con anche due o tre appuntamenti in contemporanea distribuiti fra la galleria centrale a croce, la sala ENEL e il primo piano della libreria Ubik. Materialmente impossibile dunque seguirli tutti. Anche quest’anno l’iniziativa è stata promossa e curata dal CDM - Centro di Documentazione Multimediale della cultura giuliana, istriana, fiumana e dalmata. Mentre in libreria erano esposti i libri in vendita, quelli prodotti dalle varie organizzazioni degli esuli e cedibili dietro offerta erano collocati su dei tavolini insieme a dvd e giornali.

 A Trieste il Seminario 2013 sul confine orientale
di Paolo Radivo

È stata proficua la riunione del Tavolo di lavoro "Istria-Fiume-Dalmazia" tra il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR) e le associazioni degli Esuli svoltasi a Roma nella sede del MIUR il 12 giugno. Vi hanno partecipato: per l’Ufficio II della Direzione Generale Ordinamenti Scolastici e Autonomia Scolastica il dirigente Antonio Lo Bello e Caterina Spezzano; per l’Ufficio Scolastico Regionale del Friuli Venezia Giulia il direttore generale Daniela Beltrame; per FederEsuli Lucio Toth e Guido Brazzoduro; per l’ANVGD lo stesso Toth, Maria Elena Depetroni e Patrizia Hansen; per l’Associazione delle Comunità Istriane Chiara Vigini; per il Libero Comune di Fiume in Esilio Guido Brazzoduro; per il Libero Comune di Pola in Esilio Paolo Radivo; per l’Unione degli Istriani Enrico de Cristofaro; per Coordinamento Adriatico Maria Ballarin; per il Touring Club Italiano Leonardo Devoti

 

Associazione “LIBERO COMUNE DI POLA IN ESILIO”

A seguito del “Trattato di Pace”, firmato a Parigi il 10 febbraio 1947, la quasi totalità dei Cittadini di Pola, capoluogo dell’Istria, abbandonò la sua Città per una scelta di libertà ed un atto d’amore verso la Madrepatria, volendo dimostrare, assieme ad altri 300.000 Istriani, Fiumani e Dalmati, l’italianità loro e della terra natia. Esponenti di tutte le Comunità degli Esuli di Pola, comunque organizzate e sparse dopo l’esodo per le contrade d’Italia e del mondo, facendosi partecipi della volontà liberamente espressa dai loro Concittadini, nel febbraio del 1967 -ventennale del “Diktat” che strappò la loro Città all’Italia - costituirono l’Associazione “LIBERO COMUNE DI POLA IN ESILIO”. L’Associazione si ispira ai principi della legge 266/91, del decreto legislativo 460/97 e della L.R. FVG 12/95.

Lo stemma ufficiale dell’Associazione e’ quello tradizionale della Città italiana di Pola, costituito dallo scudo turrito con croce gialla in campo verde.
La sede ufficiale dell’Associazione "Libero Comune di Pola in Esilio"
è in Via Malaspina, 1 34147 Trieste – tel. n. 040 636098 – fax 040 636206.

Suo organo di stampa è il mensile “L’Arena di Pola”,
registrato presso il Tribunale di Trieste n. 1.061 del 21.12.2002 –
Direttore Paolo Radivo –
Redazione Via Malaspina 1 – 34147 Trieste – tel./fax n. 040 830294.
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

SINDACO
TULLIO CANEVARI

VICESINDACO
TITO LUCILIO SIDARI

DIRETTORE "ARENA DI POLA"
PAOLO RADIVO

 

ASSESSORI

Progetti: Argeo Benco

Sito: Maria Rita Cosliani

Giovani: Andrea Manco

Stampa: Paolo Radivo

Rapporti con i rimasti: Roberto Stanich

 

CONSIGLIERI

Lucia Bellaspiga
Argeo Benco
Walter Cnapich
Maria Rita Cosliani
Furio Dorini
Marco Fornasir
Antonio Incani
Andrea Manco
Giuliano Moggi
Paolo Radivo
Tito Lucilio Sidari
Roberto Stanich
Sergio Uljanic
Lino Vivoda

 

REVISORI DEI CONTI

Mario Rude
Gianfranco Serravallo
Giuseppe Rocco
supplenti: Claudio Deghenghi, Silvana Sricchia

 

PROBIVIRI

Guglielmo Armentani
Saverio Santacroce
Teodoro Ronzitti
supplenti: Silvana Borsi, Sergio Giacich

 

SEGRETERIA DI GIUNTA

Graziella Cazzaniga
Paolo Radivo (segretario)

ASSOCIAZIONE “LIBERO COMUNE DI POLA IN ESILIO
Via Malaspina, 1 – 34147 Trieste – Tel. e Fax  040 830 294
Presidente: Tullio Canevari
Periodico dell’Associazione: il mensile “L’Arena di Pola”
Mail della redazione e della segreteria: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito dell’Associazione: www.arenadipola.it
Mail dell’amministrazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L’ESODO DEL 1947
I cittadini di Pola, capoluogo della provincia dell’Istria, circa 30.000 persone, per la quasi totalità abbandonarono la loro città a seguito del nefando trattato di pace fra l’Italia e le potenze vincitrici della seconda guerra mondiale, firmato a Parigi il 10 febbraio 1947. L’esodo di massa coinvolse nei vari territori 350.000 Istriani, Fiumani e Dalmati ed avvenne per una scelta di libertà e un atto di amore verso la Madrepatria, volendo dimostrare l’italianità degli esuli e della terra natia.
Quando si ricorda il 10 febbraio del 1947, sono le immagini della partenza da Pola con navi e barche, sotto la neve, che scorrono davanti agli occhi; per chi non ha dentro di sé queste immagini, come i discendenti degli esuli e molti altri, sono i filmati sull’addio alla città che rendono testimonianza.

In occasione delle celebrazioni nazionali per il “Giorno del Ricordo” 2009, l’Associazione Nazionale Dalmata e E-NVENT, con il sostegno del Ministero della Difesa e della Fondazione Roma, e con il contributo di un prestigioso Comitato Scientifico presieduto dallo storico Luigi Papo e composto da autorevoli esponenti del mondo della cultura, presenteranno la mostra “Foibe: dalla Tragedia all’Esodo”, evento istituzionale per commemorare le vittime delle Foibe.

ARCHIVIO STORICO ARENA DI POLA

TUTTI GLI ARTICOLI
DAL 1948 AL 2009
www.arenadipola.com

 
RECAPITI 
"Libero Comune di Pola in Esilio"

- informatico:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


 Indipendentemente dai normali orari di apertura
cell. +39 388 8580593.

telefonico: 040 830294

- postale:
c/o Tipografia Art Group S.r.l.
via Malaspina 1 -
34147 TRIESTE

 

***
Siamo anche su Facebook.
Libero Comune di Pola in Esilio
Dventiamo amici.




 https://www.youtube.com/
watch?v=5ivlfeGujGo

 

(clicca sul link per
vedere il video
Istria Addio - La Cisterna)

 ***
Dal 15 giugno 2013

 Sindaco/Presidente: Tullio Canevari
Vice: Tito Lucilio Sidari
Direttore dell'Arena di Pola: Paolo Radivo
 (l'organigramma completo nella sezione
CHI SIAMO")
 
 ***