ROSSO ISTRIA

Rosso Istria 
la tragedia delle foibe sul grande schermo
Le sigle associative della diaspora adriatica che collaborano nella Federazione delle Associazioni degli Esuli istriani, fiumani e dalmati (Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, Associazione delle Comunità Istriane, Associazione Italiani di Pola e dell’Istria - Libero Comune di Pola in Esilio, Associazione Dalmati Italiani nel Mondo – Libero Comune di Zara in Esilio e Associazione dei Fiumani Italiani nel Mondo - Libero Comune di Fiume in Esilio) hanno accolto con favore e soddisfazione la presentazione del film “Red land - Rosso Istria” nell’ambito della 75° Mostra del Cinema di Venezia.


La pellicola realizzata da Venice Film e diretta da Maximiliano Hernando Bruno ha saputo rendere adeguatamente le paure, le angosce e le emozioni che caratterizzarono nell’interno dell’Istria le tragiche giornate successive al collasso politico e militare italiano dell’8 settembre 1943 di cui approfittarono i partigiani di Josip Broz “Tito” per scatenare la prima ondata di massacri nelle foibe: in quel migliaio di vittime rientrava pure Norma Cossetto, la cui vicenda è al centro del film. Sostenuto finanziariamente soprattutto da Anvgd e FederEsuli, questo prodotto cinematografico possiede grazie al produttore Alessandro Centenaro già una fitta rete di contatti che ne cureranno la proiezione e distribuzione da novembre in poi, in attesa dell’approdo televisivo in concomitanza con il Giorno del Ricordo 2019. Se è gratificante apprendere che la Regione Veneto tramite l’Assessore Elena Donazzan ed il Presidente del Consiglio regionale Roberto Ciambetti si è già impegnata a diffondere il film nelle scuole della regione, spiace vedere personaggi che non hanno condiviso il robusto sforzo economico sostenuto per vari anni dalle associazioni precedentemente ricordate ergersi adesso in cattedra ostentando buoni auspici (la proiezione di questa pellicola presso le comunità italiane dell’Adriatico orientale), ma in realtà cercando occasioni per entrare in polemica con la dirigenza dell’Unione Italiana, i cui vertici sono invece stati invitati ed hanno partecipato alla proiezione veneziana condividendo l’apprezzamento per il film. “Rosso Istria” è un film che deve unire gli italiani, gli esuli e gli autoctoni italofoni istriani, fiumani e dalmati nel ricordo di una tragica pagina di storia patria e non può essere manipolato in maniera impropria per creare inutili polemiche, anche in considerazione del fatto che già sono giunte dichiarazioni pregiudizialmente critiche da parte di alcuni ambienti ostili alla corretta divulgazione delle persecuzioni subite dagli italiani ad opera del nascente regime comunista “titino”. L’italianità adriatica deve essere compatta e coesa nel sostenere la diffusione di un’opera cinematografica tecnicamente ineccepibile e capace di presentare una complessa vicenda storica in maniera efficace anche grazie all’interpretazione di attori del calibro di Franco Nero e di Geraldine Chaplin. Renzo Codarin Presidente ANVGD
  •                   Logo AIPI LCPE

    Notizie Importanti

    ANTICO STATUTO COMUNE DI POLA  Click QUI

    Legenda contenuti ANTICO STATUTO DI POLA Click QUI

     

    RASSEGNA DI FOTO E FILMATI    Click QUI

     

    per devolvere il 5%o a AIPI-LCPE   Codice Fiscale 90068810325

     

    ARCHIVIO STORICO DE L' ARENA DI POLA

    TUTTI GLI ARTICOLI Click QUI
    DAL 1948 AL 2009 

    vai su: www.arenadipola.com

     INFORMAZIONI E RECAPITI 
    "ASSOCIAZIONE ITALINI DI POLA E ISTRIA_LIBERO COMUNE DI POLA IN ESILIO"  Acronimo AIPI-LCPE
    mail per informazioni e cellulare:
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.                +39 388 8580593.

    recapito postale:
    c/o Tipografia Art Group S.r.l.
    via Malaspina 1
    34147 TRIESTE

    ***
    Costo Quota Associativa annuale, con invio del periodico L'ARENA DI POLA, euro 35,00 a mezzo bonifico bancario intestato a:
    Associazione Italiani di Pola e Istria-Libero Comune di Pola in Esilio (AIPI-LCPE)
    IBAN dell’UniCredit Agenzia Milano P.zle Loreto
    IT 51 I 02008 01622000010056393
    BIC UNCRITM1222.

    oppure 

    C/C/P 38407722 intestato a                "il Periodico L'Arena di Pola"

     ***

    Siamo anche su Facebook. Associazione Italiani di Pola e Istria - Libero Comune di Pola in Esilio
    Diventiamo amici.

    ***

    ELEZIONI dell' 11 giugno 2017

    Sindaco/Presidente:
    Tito Sidari
    Vice: Maria Rita Cosliani
    Direttore dell'Arena di Pola: Viviana Facchinetti

     (l'organigramma completo nella sezione
    Chi siamo")