Incontro al Ministero della Pubblica Istruzione per le iniziative nelle scuole su foibe ed esodo

Convocato dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e per l’Autonomia Scolastica del Ministero dell’Istruzione, dell’Università a della Ricerca (MIUR), mercoledì 5 maggio si è riunito a Roma il gruppo di lavoro “Istria, Fiume e Dalmazia” con il seguente ordine del giorno: - Resoconto sul seminario del 23 febbraio 2010; - Prospettive future; - Coinvolgimento nella rete “Book in Progress”, pubblicazione del volume “Le vicende del confine orientale ed il mondo della scuola”, raccolta delle relazioni e degli interventi presentati nel seminario del 10 febbraio, completati dai contributi dei docenti presenti sulle esperienze nelle scuole; - Varie ed eventuali. La riunione è stata presieduta dal Dirigente Antonio Lo Bello, coadiuvato dalla dott.ssa Caterina Spezzano.

Hanno partecipato alla riunione i rappresentanti delle Associazioni degli Esuli e della Lega Nazionale di Trieste, Presidi e docenti di diverse regioni italiane. Sono stati riassunte e descritte le attività svolte dalle diverse Associazioni in occasione della Giornata del Ricordo 2010. In particolare: Lacota, dell’Unione degli Istriani, ha comunicato che per il 29 maggio è stata programmata la cerimonia di apertura del “Museo dell’Esule” di Padriciano (TS) e la prossima stampa di un atlante storico/geografico delle città e principali paesi dell’Istria e Venezia Giulia; Benco, del Libero Comune di Pola in Esilio, ha illustrato il recente DVD “La Cisterna - L’esodo degli italiani d’Istria attraverso le parole dei suoi testimoni”, realizzato con il proposito di presentarlo, in particolare, nelle scuole e ne ha consegnato copia al dott. Lo Bello; Toth, della ANVGD, ha ricordato i molti interventi effettuati dalla sua Associazione nelle scuole e raccomandato che tali presentazioni trattino, oltre che delle vicende dell’esodo e delle foibe, anche della nostra storia passata e che siano organizzati, in preparazione del prossimo Giorno del Ricordo, seminari regionali simili a quello nazionale del febbraio scorso. Presidi e docenti presenti hanno fatto notare che nei testi scolastici anche recenti mancano informazioni corrette sia dal punto di vista storico che geografico e toponomastico ed auspicato che vengano istituiti corsi di formazione ed informazione anche a livello provinciale e che gli stessi vengano affidati a persone esperte sui temi specifici, per quanto possibile, indicate dalle Associazioni degli Esuli.

Sentite le proposte delle Associazioni degli Esuli e le richieste del personale docente, il dott. Lo Bello ha fatto nuovamente notare che l’autonomia scolastica non permette al Ministero di intervenire nella scelta dei testi scolastici e sui loro contenuti; ha però precisato che, in accordo con gli Uffici competenti Regionali e gli Uffici Scolastici Provinciali, può promuovere i succitati cicli di seminari e corsi di “formazione ed informazione” per docenti, da diffondere su scala nazionale con il coinvolgimento delle Associazioni di Esuli. Ha invitato, inoltre, tutte le Associazioni ad inviare al Ministero copia di documenti che potrebbero essere utilizzati o messi a disposizione per tali seminari regionali e/o provinciali che dovrebbero essere organizzati all’inizio del prossimo anno scolastico, non più tardi del mese di ottobre, in modo da poter diluire gli interventi per il prossimo Giorno del Ricordo su periodi più estesi e non solo nelle settimane a cavallo della data del 10 febbraio.

Argeo Benco

P.S. Come Sindaco del LCPE, colgo l’occasione per invitare tutte le persone che ritengono di essere in grado di dare un proprio contributo come “esperti” di comunicare la propria disponibilità indicando il nome, l’indirizzo, il recapito telefonico e, se disponibile, e-mail, i periodi di disponibilità e l’area geografica in cui potrebbero intervenire. Inoltre, coloro che hanno materiale di divulgazione adatto allo scopo (mostre, opuscoli, testi) sono pregati di indicarne il tipo ed i contenuti e, se possibile, di mandarne copia alla Redazione de “L’Arena di Pola”. Quanto richiesto dovrà essere inviato al seguente indirizzo: Redazione “L’Arena di Pola” - via Malaspina 1 - 34147 Trieste (TS).

  • Notizie Importanti

     

    5 x 1000  90068810325

     

    ARCHIVIO STORICO ARENA DI POLA

    TUTTI GLI ARTICOLI
    DAL 1948 AL 2009

    www.arenadipola.com

      RECAPITI 
    "Associazione Italiani di Pola e Istria-Libero Comune di Pola in Esilio" AIPI-LCPE

    - informatico:
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    cellulare +39 388 8580593.

    - postale:
    c/o Tipografia Art Group S.r.l.
    via Malaspina 1
    34147 TRIESTE

    ***
    Quota associativa annuale, che dà diritto a ricevere L'ARENA DI POLA, euro 35,00 a mezzo bonifico bancario intestato a:
    Associazione Italiani di Pola e Istria-Libero Comune di Pola in Esilio (AIPI-LCPE)
    IBAN dell’UniCredit Agenzia Milano P.zle Loreto
    IT 51 I 02008 01622000010056393
    BIC UNCRITM1222.

    oppure 

    C/C/P 38407722 intestato a "il Periodico L'Arena di Pola"

     ***

    Siamo anche su Facebook. Associazione Italiani di Pola e Istria - Libero Comune di Pola in Esilio
    Diventiamo amici.

    ***

    Dalle elezioni dell' 11 giugno 2017

     Sindaco/Presidente:
    Tito Sidari
    Vice: Maria Rita Cosliani
    Direttore dell'Arena di Pola: Viviana Facchinetti

     (l'organigramma completo nella sezione
    Chi siamo")