PIERO TARTICCHIO LASCIA "L'ARENA"

PIERO TARTICCHIO LASCIA «L’ARENA»

Per ogni cosa arriva il suo tempo... gli uomini passano, le loro idee rimangono.

C’è un tempo per nascere e un tempo per morire.

Un tempo per piantare e un tempo per sradicare.

Un tempo per uccidere e un tempo per guarire.

Un tempo per demolire e un tempo per costruire.

Un tempo per piangere e un tempo per ridere.

Un tempo per i lamenti e un tempo per ballare.

Un tempo per scagliare pietre e un tempo per raccoglierle.

Un tempo per abbracciare e un tempo per separarsi.

Un tempo per accumulare e un tempo per perdere.

Un tempo per serbare e un tempo per gettare via.

Un tempo per strappare e un tempo per cucire.

Un tempo per tacere e un tempo per parlare.

Un tempo per amare e un tempo per odiare.

Un tempo per la guerra e un tempo per la pace.

Tratto dal Qoélet o Ecclesiaste

 

Cari lettori! Con questo numero di dicembre 2011 termina la mia collaborazione con «L’Arena di Pola» e, come solitamente apro ogni capitolo dei miei libri, per congedarmi ho scelto un incipit tratto dal libro dei libri: la Sacra Bibbia. Per me è arrivato il tempo di lasciare il giornale, dopo undici anni passati insieme con trepidazione, ma soprattutto con la preoccupazione di far bene il glorioso foglio che, diretto da Pasquale De Simone, dopo la diaspora è stato la voce dei polesani in esilio.

Durante il Raduno di Treviso, organizzato da Caravello (credo nel 1998), l’amica Anna Borsi mi presentò la signora Argia Pussini, la quale, con la franchezza delle persone non più giovani, mi domandò a bruciapelo: «Lei che la xé giovine, la lege "L’Arena"?». Le confessai candidamente che la sfogliavo appena, ma solo quando andavo a trovare mia madre (abbonata della prima ora).

«La se vergogni!» fu il commento a muso duro della signora. Lì per lì non osai risponderle a tono, ignaro che qualche anno dopo avrei preso il posto di De Simone e, coadiuvato da mia moglie Pinuccia, mi sarei dedicato (con crescente passione e gratuitamente) a uno dei lavori che ho più amato in tutta la mia vita.

Purtroppo nulla dura in eterno, anche il sogno più bello finisce. Tuttavia, prima di lasciarvi, vorrei ricordare i miei redattori: in primis quelli che non sono più tra noi: Guglielmo Bucher, Uccia Ivis Superina, Guglielmo Belli (l’Ammiraglio), Camillo Di Carlo, Clara Lana, Giorgio Caspar, Mario Vesnaver, Anteo Lenzoni, Licia Micovillovich e gli altri che, con i loro articoli, hanno collaborato in tutti questi anni. Li elenco (in ordine sparso) sperando di non dimenticarne nessuno: Patrizia Celestina Hansen (Direttore responsabile per il primo anno), Aligi Vidossi, Lino Vivoda, Sergio Fantasma, Anna Balducci, Olinto Mileta Mattiuz, Angelo Tomasello, Romano Vidotto, Danilo Colombo, Liana De Luca, Otello Soiatti, Silvia Lutterodt Sizzi, Irma Sandri Ubizzo, Claudio Antonelli, Simona Mottola, Bernardo Gissi, Edda Molinari Frosini, Tullio Tulliach, Maria Renata Sequenzia, Domenico Carra, Ruggero Botterini, Nidia Terselli Rissetto, Furio Dorini, Mario Ive, Tito Sidari, Fausto d’Asta, Ester Barlessi, Franco Fornasaro, Hilda Seta, Nevia Gregorovich, Luigi Donorà, Patrizia Pescatori, Suarez di Lazzaro, Romana de Carli Szabados, Tullio Binaghi, Nerina Milia, Roberto Stanich, Carlo Montani e l’inossidabile Edda Garimberti. A loro va il mio plauso, il mio affetto e la mia riconoscenza. Nella grande famiglia dell’«Arena» sono entrato con umiltà, senza squilli di trombe, oggi mi tolgo di torno in punta di piedi, senza rumore né strepito.

L’avvicendamento rientra nell’ordine naturale delle cose… quindi, un forte abbraccio a tutti i lettori e… lunga vita a «L’Arena».

È stato bello lavorare per voi.

Piero Tarticchio

  •                   Logo AIPI LCPE

    Notizie Importanti

    ANTICO STATUTO COMUNE DI POLA  Click QUI

    Legenda contenuti ANTICO STATUTO DI POLA Click QUI

     

    RASSEGNA DI FOTO E FILMATI    Click QUI

     

    per devolvere il 5%o a AIPI-LCPE   Codice Fiscale 90068810325

     

    ARCHIVIO STORICO DE L' ARENA DI POLA

    TUTTI GLI ARTICOLI Click QUI
    DAL 1948 AL 2009 

    vai su: www.arenadipola.com

     INFORMAZIONI E RECAPITI 
    "ASSOCIAZIONE ITALINI DI POLA E ISTRIA_LIBERO COMUNE DI POLA IN ESILIO"  Acronimo AIPI-LCPE
    mail per informazioni e cellulare:
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.                +39 388 8580593.

    recapito postale:
    c/o Tipografia Art Group S.r.l.
    via Malaspina 1
    34147 TRIESTE

    ***
    Costo Quota Associativa annuale, con invio del periodico L'ARENA DI POLA, euro 35,00 a mezzo bonifico bancario intestato a:
    Associazione Italiani di Pola e Istria-Libero Comune di Pola in Esilio (AIPI-LCPE)
    IBAN dell’UniCredit Agenzia Milano P.zle Loreto
    IT 51 I 02008 01622000010056393
    BIC UNCRITM1222.

    oppure 

    C/C/P 38407722 intestato a                "il Periodico L'Arena di Pola"

     ***

    Siamo anche su Facebook. Associazione Italiani di Pola e Istria - Libero Comune di Pola in Esilio
    Diventiamo amici.

    ***

    ELEZIONI dell' 11 giugno 2017

    Sindaco/Presidente:
    Tito Sidari
    Vice: Maria Rita Cosliani
    Direttore dell'Arena di Pola: Viviana Facchinetti

     (l'organigramma completo nella sezione
    Chi siamo")